Tenerife è un'isola politicamente spagnola, ma geograficamente africana e tropicale, è la più grande delle
Canarie, nell'Oceano Atlantico, al largo della costa Africana.

Si trova a 28° 19' N e 16° 34' O, ed occupa una superficie di 2.034 km². Come il resto delle Canarie, è di
origine vulcanica. Il punto più alto dell'isola, il Teide 3.718 m, è anche il punto più elevato della Spagna.

L'isola fa parte della provincia di Santa Cruz de Tenerife. Comprende 31 municipalità:




















La città principale è, Santa Cruz de Tenerife,
capoluogo dell'isola e sede del cabildo
insular (il governo dell'isola); è anche
il capoluogo della provincia di Santa Cruz de
Tenerife e co-capoluogo, assieme a
Las Palmas de Gran Canaria della comunità
autonoma delle Isole Canarie.

Il villaggio di Güímar è il sito delle misteriose
Piramidi di Guimar.

La popolazione dell'isola è di
778.071 abitanti.

Nota ai romani come Nivaria (dal latino nix, nivis, "neve"), un riferimento alla neve che copre la cima del
vulcano noto come El Teide. Secondo alcuni, il nome Tenerife sarebbe esso stesso un riferimento a
questo vulcano, e sarebbe stato usato per indicare l'isola dai Guanci (o Guanches) della vicina isola di La
Palma, Tene avrebbe significato "montagna" e ife "bianca" (la "r" sarebbe stata aggiunta dagli spagnoli).
Ai nativi di Tenerife, l'isola era nota come Chenech, Chinech o Achinech.

Ultima isola ad essere completamente conquistata dagli spagnoli, Tenerife all'epoca della sua conquista era
composta da nove distretti, detti menceyatos, che era il nome dei piccoli regni dei Guanci. Anche se le
forze spagnole al comando dell'Adelantado ("governatore militare") Alonso Fernández de Lugo, subirono
una schiaccante sconfitta per mano dei Guanches, nella Prima battaglia di Acentejo del 1494, i Guanches
alla fine vennero sopraffatti dalla tecnologia superiore e da malattie alle quali non erano immuni, e si
arresero all Corona di Castiglia il 25 dicembre 1495.

Come sulle altre isole dell'arcipelago, gran parte della popolazione nativa di Tenerife venne ridotta in
schiavitù o dovette soccombere a malattie cui non era immune, mentre allo stesso tempo si insediavano
sull'isola immigranti provenienti da diverse parti dell'impero spagnolo (Portogallo, Fiandre, Italia, Germania).
Le foreste di pini vennero abbattute per far posto alla coltivazione della canna da zucchero negli anni
1520. Nei secoli successivi, l'economia dell'isola fu incentrata attrono alla coltivazione di altri prodotti quali
vite, cocciniglia per la produzione di tinture, e banani.
















L'isola venne attaccata dai britannici nel 1797. Il 25 luglio, Orazio Nelson attaccò Santa Cruz de Tenerife,
capitale dell'isola e quartier generale del Capitano Generale. Dopo una violenta battaglia, i britannici
vennero respinti, Nelson perse il suo braccio destro e cercò di sbarcare sulla spiaggia. Il 5 settembre un
altro tentativo si sbarco nella regione di Puerto Santiago venne respinto dagli abitanti della Valle di
Santiago, che fecero rotolare pietre sui britannici dall'alto delle scogliere di Los Gigantes.

Visitatori meno ostili arrivarono sull'isola nei secoli seguenti. Il naturalista Alexander von Humboldt ascese la
vetta del Teide e notò la bellezza dell'isola. I turisti iniziarono a visitare Tenerife in grandi numeri negli anni
1890, specialmente le città settentrionali di Puerto de la Cruz e Santa Cruz de Tenerife.

Prima della sua ascesa al potere, Francisco Franco venne messo di stanza a Tenerife nel marzo 1936, dal
governo repubblicano preoccupato della sua influenza e delle sue tendenze politiche. A Tenerife Franco
organizzò il colpo di stato che avrebbe prodotto la guerra civile spagnola. Le Canarie caddero in mano ai
nazionalisti nel luglio 1936, e la loro popolazione fu soggetta all'esecuzione di massa degli oppositori al
nuovo regime. Negli anni 1950 la miseria degli anni del dopoguerra causò l'emigrazione di migliaia di
abitanti verso Cuba e l'America Latina, in particolare verso il Venezuela che viene affetuosamente
chiamata la "Octava Isla".

Sull'isola si trovano due aeroporti, presso La Laguna (Los Rodeos-TFN) ed El Médano (Reina Sofia-TFS).
Santa Cruz de Tenerife è il principale porto dell'isola, con traghetti per Puerto de las Nieves e Las Palmas
de Gran Canaria (su Gran Canaria), Santa Cruz de la Palma (su La Palma) e Cadice, nella Spagna
continentale. Da Los Cristianos partono traghetti per San Sebastián de la Gomera (su La Gomera) e
Puerto de La Estaca (su El Hierro).

-L'autobus viene chiamato guagua come nei Caraibi di lingua spagnola.
-Nei bar e nei pub, le due marche più diffuse di birra (cerveza) sono Dorada e Reina entrambe prodotte
nelle Canarie, ma c'è anche la "Coronita" la famosa birra messicana.
-Le sigarette hanno i prezzi più bassi di tutta Europa, compresa la Spagna peninsulare.
-Nonostante si tratti di un'isola, anche la benzina ha prezzi molto più bassi dell'Europa continentale.
Prodotti tropicali delle Canarie:

Si possono degustare molti prodotti tropicali in queste isole, dalla frutta esotica, come papaya, avocado,
mango e platano (sono banane tropicali) fino alla grande varietà di succhi di frutta tropicali e tanti altri
prodotti tipici, come il miele di palma, la marmellata di cactus, la crema di banane tropicali canarie, ed
anche le "papas arrugadas" (deliziose patate di piccola pezzatura bollite in acqua molto salata e servite
con salsa all'aglio o piccante).

Molto interessante è l'Aloe Vera, una pianta grassa tropicale originaria delle Canarie, era considerata sacra
dagli indigeni aborigeni (Guanci). L'Alove Vera, cresce in queste isole ed ha 1000 proprietà, il succo è
usato per bere come energetico, ricostituente, ed è anche contro il mal di stomaco, essendo molto
curativa, infatti il gel è usato per guarire scottature e per curare dolori muscolari, è usata anche in crema
per la bellezza di viso e corpo.










(tratto da wikipedia.com)
Adeje
Guìa de isora
San Miguel de Abona
Arafo
Güìmar
Santa Cruz de Tenerife
Arico
Icod de los Vinos
Santa Ùrsula
Arona
La Matanza de Acetejo
Santiago del Teide
Buenavista del Norte
La Orotava
El Sauzal
Candelaria
Puerto de la Cruz
Los Silos
Fasnia
Los Realejos
Tacoronte
Garachico
El Rosario
El Tanque
Granadilla de Abona
San Cristòbal de la Laguna
Tegueste
La Guancha
San Juan de la Rambla
La Victoria de Acentejo
Nome:
Indirizzo e-mail:
(OBBLIGATORIO)  
Numero telefonico:
(OBBLIGATORIO)
Richiesta:
Per prenotazioni ed informazioni compilare e inviare il
seguente formulario.
Tenerife
VACANZE SPORT
ISOLE
PRODOTTI
ALTRO
Email: info@vacanzecanarie.com - Contatti telefonici: Tel: +34.922.67.19.60 Fax: +34.922.65.63.74 - Succursale Milano: 02.87168975
Dall'Italia digitare: 0034.922.67.19.60 - 0034.922.65.63.74 - Copyright © 2012 All Rights Reserved

www.vacanzecanarie.com con codice di identificazione n. I-0002485.1  
titolare ATLANTIDE, con numero 2012/5190 d'iscrizione nel Registro General Turistico, ragione sociale: DANIELA TAROCCO, Camino Barranquillo,
23 cod. 38329 San Cristobal de La Laguna, Tenerife, con NIF X2570371Y